Insegnante di ripetizioni: come creare il giusto profilo web?

by giorgiaminozzi Email Condividi su Facebook:

Nel panorama lavorativo attuale caratterizzato dalla scarsità dei posti di lavoro, uno dei mestieri maggiormente in difficoltà è quello del docente. Le scuole non assumono e gli insegnanti sono costretti ad orientarsi su altre professioni, oppure su un riadattamento della propria. Se si possiedono più abilità il cambiamento di mestiere è possibile. E se invece non si hanno altre attitudini al di fuori dell'insegnamento? In questo caso, diventare un insegnante di ripetizioni private potrebbe essere la soluzione ideale. Si tratta di riadattare gli aspetti del proprio lavoro per poterlo svolgere diversamente, ovvero al di fuori delle mura scolastiche, presso la propria abitazione o in modalità domiciliare. Una volta presa la decisione sarà opportuno organizzarsi per rendere la propria disponibilità visibile sui principali canali informativi. Il primo aspetto di cui ci si deve occupare è quello relativo al profilo online che deve essere correttamente elaborato per trasmettere con trasparenza i dati relativi alla persona e alle competenze professionali specifiche. In questo articolo vi aiuteremo ad individuare gli aspetti fondamentali che dovrete specificare sulla scheda del vostro profilo web professionale.

 

Come creare un profilo web adatto

Che si tratti di un semplice profilo o di un sito web a tutti gli effetti non importa, ciò che conta sono i contenuti e la propaganda. Il primo elemento importante da valutare è la piattaforma online con cui realizzare la pagina, che deve essere di semplice utilizzo e di ultima generazione per permettere la massima personalizzazione del profilo e consentire agli utenti di navigarci agevolmente. Attraverso la piattaforma dovranno essere trasmesse nel dettaglio le informazioni relative alle attività svolte e alle materie trattate, spiegando approfonditamente gli aspetti principali che compongono le lezioni di ripetizioni private che andrete ad erogare. Cominciate indicando la materia o le materie in cui siete specializzati e la città in cui fornite il servizio: se per esempio insegnate latino nella città di Roma, mettete in risalto questi due aspetti per agevolare la ricerca da parte dei potenziali clienti. Nella pagina principale del vostro profilo evidenziate quindi la vostra disponibilità a fornire lezioni di ripetizioni di latino a Roma e seguitate integrando la pagina con le informazioni successive, ovvero le diverse modalità di erogazione delle ripetizioni, la vostra scheda personale, le vostre referenze, gli orari, le tariffe, ecc... Per permettere che la vostra pagina o il vostro sito web sia gradevole anche esteticamente, cercate di personalizzare i contenuti il più possibile attraverso idee originali che vi aiuteranno a distinguervi dalla concorrenza. Utilizzate un linguaggio chiaro e comprensibile che sia accessibile a chiunque. Presentatevi come una persona affidabile ed esperta e ricordate che la maggior parte dei vostri potenziali clienti sono genitori di alunni in difficoltà che cercano un professionista serio e competente al quale affidare i propri figli. Prima di inserire le vostre competenze su più materie, siate certi di padroneggiarle del tutto per evitare brutte figure. Il vostro profilo dovrà inoltre presentare una fotografia che vi rappresenti, evitando possibilmente di includere altre persone nella foto. Ricordate che tutto questo è in funzione della promozione della vostra attività: descrivete quindi i corsi che organizzate, le modalità di impostazione delle lezioni, i metodi di insegnamento ed il materiale che intendete utilizzare (dispense, libri di testo, ecc). Qualora aveste bisogno di un professionista che provveda alla realizzazione della pagina online, rivolgetevi ad una società di servizi web che si occupi sia della progettazione della pagina o del sito, sia della costruzione della stessa. In questo modo dovrete solamente dedicarvi allo sviluppo dei contenuti interni. Un elemento che non può mancare all'interno della pagina web è la sezione dedicata alle opinioni personali degli utenti in merito alle lezioni svolte con voi. Si tratta di un mezzo per divulgare ulteriormente il vostro operato su internet e funzionerà anche come passaparola per acquisire ulteriori clienti.


Orchidee rare online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Condividi su Facebook:

       

Come scegliere una casa in affitto

by giorgiaminozzi Email Condividi su Facebook:

A meno che non siate così fortunati da avere una casa di proprietà, almeno una volta nella vita vi troverete a dover prendere un appartamento in affitto. Apparentemente può sembrare una cosa semplice, ma non è assolutamente così, ecco quindi il vademecum per scegliere al meglio la vostra dimora.

 

La ricerca della zona

La prima cosa a cui dovrete far attenzione è la zona. Soprattutto se vi trovate ad abitare in una grande città, la vicinanza o meno da stazioni della metropolitana o da capolinea di autobus è fondamentale. Se siete auto-muniti potrete scegliere anche una zona non servita benissimo, visto che questo è uno dei motivi che fa salire o scendere il prezzo di un appartamento. Una volta che avrete individuato la zona iniziate a cercare, o tramite internet o tramite le agenzie, un appartamento che abbia le caratteristiche che desiderate.

 

Le visite alle case

Quando avrete selezionato un po' di annunci, cominciate a mettervi in contatto con i vari proprietari per richiedere un appuntamento. Ricordate molto bene che fare una buona impressione è sempre un vantaggio in più, anche se poi non sceglierete quell'appartamento.

Una volta che sarete entrati nella casa da valutare, osservate bene alcune cose:

  • Come è tenuta la casa: certo non sarà la Reggia di Caserta, ma è importante che la casa in cui state per entrare sia quantomeno tenuta bene. Se i muri sono sporchi e rovinati pretendete che venga data una mano di bianco prima che voi entriate.
  • Mobili: se la casa è disabitata aprite le varie ante e i cassetti dei mobili per verificare che siano in buono stato. Fate un giro in cucina per verificare di quali elettrodomestici potete disporre: la lavastoviglie è sicuramente un punto in più. Assicuratevi anche che l'appartamento abbia una lavatrice e che tutti gli elettrodomestici siano funzionanti.
  • Vicinanza con zone rumorose: verificate se nella zona sono presenti fabbriche o cantieri che possano produrre inquinamento acustico.
  • Traffico e parcheggio: cercate di capire se la zona in cui volete trasferirvi è troppo trafficata e se è molto difficoltoso trovare parcheggio.

 

Il contratto di locazione

Una volta che avrete scelto la casa che fa per voi dovrete stilare un contratto di locazione, e pretendere che venga correttamente registrato nell'ufficio competente. Le spese di registrazione verranno pagate per metà dal proprietario e per metà dall'inquilino.

Appena avrete preso possesso della casa ricordatevi che ci saranno anche altre spese a carico vostro, come la tassa sui rifiuti, il condominio e il bollino blu per la caldaia. Proprio a proposito dell'ultimo punto ricordatevi che deve essere fatto da personale autorizzato, quindi se per esempio siete dotati di una caldaia Vaillant, contattate il centro assistenza che opera nella vostra città. Nelle grandi città come Roma o Milano non avrete difficoltà a trovarne.

È importante sapere che se si dovesse rompere un qualsiasi elettrodomestico, la spesa è a carico del padrone di casa.

Un consiglio sempre gradito è di scegliere la casa anche in base alla serietà dei padroni di casa, in modo che possiate instaurare un bel rapporto e chiedere aiuto a loro in caso di necessità. E ricordatevi che spesso dietro ad una casa molto bella ed un affitto molto basso si nasconde qualche magagna.


Orchidee rare online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Condividi su Facebook:

       

Consigli per la prevenzione dei furti domestici

by giorgiaminozzi Email Condividi su Facebook:

Quando si subisce un furto nella propria abitazione, tutta l'armonia che caratterizzava la vita domestica viene stravolta, con conseguenti difficoltà a ripristinarla. Lo shock che deriva dalla violazione del proprio ambiente privato e dal furto dei propri oggetti è probabilmente l'esperienza domestica peggiore. Per evitare questi spiacevoli episodi e preservare la propria tranquillità in casa, occorre prendere delle misure di sicurezza per la propria abitazione e per i propri cari. Il progresso tecnologico ha permesso lo sviluppo di sistemi di sicurezza per la casa applicabili a tutte le tipologie di abitazioni e per ogni tipo di esigenza. Per quanto riguarda i dispositivi di protezione, oggi il mercato della sicurezza domestica offre le seguenti possibilità:

  • sistemi di allarme interni ed esterni
  • porte blindate
  • videocamere di sorveglianza e videocitofoni
  • grate di ferro alle finestre
  • doppi vetri e vetri antisfondamento

A seconda del livello di protezione che si desidera per la propria casa, si può scegliere di installare più deterrenti, ad esempio le grate di ferro alle pareti, una porta blindata e un impianto di allarme con sirena. Si può scegliere di installare anche un solo dispositivo di sicurezza, in base al budget a propria disposizione. I sistemi di allarme sono attualmente i più utilizzati, perché caratterizzati da un'elevata funzionalità e dalla possibilità di collegarli con la centrale di polizia più vicina. Gli impianti di allarme più diffusi sul mercato sono:

  • l'impianto con i fili: composto da una centralina collegata alla rete elettrica già esistente e da un sistema di fili che vanno collegati alla centralina tramite un cablaggio che prevede delle tracce nei muri. In questo caso, sarà necessario richiedere delle opere di muratura per il passaggio dei fili che andranno incassati nel muro. Al di là dell'incombenza dei lavori di muratura, il sistema con i fili è molto funzionale e sicuro, perché nel caso in cui un malintenzionato provasse a manomettere i fili, l'allarme scatterebbe immediatamente
  • l'impianto senza fili: questo impianto è caratterizzato dalla semplicità di installazione e gestione dell'allarme, in quanto funziona tramite le onde elettromagnetiche e l'alimentazione è garantita dalla batteria anche nel caso in cui mancasse la corrente in casa. Questo sistema è molto utilizzato proprio per la sua semplicità ed è inoltre facilmente smontabile

Vediamo adesso quali sono i migliori trucchi per la prevenzione dei furti domestici e come bisogna lasciare la propria casa quando si parte per lunghi periodi.

 

Trucchi per la prevenzione dei furti in casa

Una volta installato l'impianto di allarme e qualunque altro dispositivo di protezione per la casa, dovrete inoltre fare attenzione ad alcuni aspetti che potrebbero rivelarsi determinanti ai fini della vostra sicurezza domestica. La prima cosa da verificare è l'eventuale presenza di strutture o ponteggi che potrebbero agevolare il ladro ad entrare in casa. Se pensate che nonostante l'allarme le vostre finestre non siano al sicuro, dotatele di grate di ferro e di vetri antisfondamento, avendo la cura di chiuderle sempre, anche quando si è in casa.

Se in casa possedete oggetti di valore, oppure documenti importanti e sensibili, abbiate cura di nasconderli in luoghi appropriati, non nei cassetti della biancheria e negli armadi, perché sono i primi posti in cui solitamente i ladri ficcano il naso. Se vi assentate per periodi lunghi, acquistate un timer che accenda almeno un luce esterna, magari a basso consumo e avvertite i vicini di ritirare la vostra posta per evitare che l'accumulo di giacenze attiri l'attenzione di qualche malintenzionato.

Fate attenzione a non lasciare copie delle chiavi di casa nei vasi del giardino, oppure sotto lo zerbino, ma datele al vicino di fiducia chiedendogli di effettuare anche qualche controllo sporadico alla casa. Ricordatevi di disabilitare le eventuali prese di corrente esterne all'abitazione, in modo da non permettere ad un potenziale ladro di utilizzarle per i suoi scopi. Anche se tutto questo potrà sembrarvi esagerato, ricordatevi che le piccole accortezze possono fare la differenza. Prendere le giuste precauzioni per proteggere non è solo un modo per evitare che la propria casa sia preda dei ladri, ma soprattutto un mezzo in più per difendere la serenità della propria vita domestica.


Orchidee rare online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Condividi su Facebook:

       

Consigli per la prevenzione dei furti domestici

by giorgiaminozzi Email Condividi su Facebook:

Quando si subisce un furto nella propria abitazione, tutta l'armonia che caratterizzava la vita domestica viene stravolta, con conseguenti difficoltà a ripristinarla. Lo shock che deriva dalla violazione del proprio ambiente privato e dal furto dei propri oggetti è probabilmente l'esperienza domestica peggiore. Per evitare questi spiacevoli episodi e preservare la propria tranquillità in casa, occorre prendere delle misure di sicurezza per la propria abitazione e per i propri cari. Il progresso tecnologico ha permesso lo sviluppo di sistemi di sicurezza per la casa applicabili a tutte le tipologie di abitazioni e per ogni tipo di esigenza. Per quanto riguarda i dispositivi di protezione, oggi il mercato della sicurezza domestica offre le seguenti possibilità:

  • sistemi di allarme interni ed esterni
  • porte blindate
  • videocamere di sorveglianza e videocitofoni
  • grate di ferro alle finestre
  • doppi vetri e vetri antisfondamento

A seconda del livello di protezione che si desidera per la propria casa, si può scegliere di installare più deterrenti, ad esempio le grate di ferro alle pareti, una porta blindata e un impianto di allarme con sirena. Si può scegliere di installare anche un solo dispositivo di sicurezza, in base al budget a propria disposizione. I sistemi di allarme sono attualmente i più utilizzati, perché caratterizzati da un'elevata funzionalità e dalla possibilità di collegarli con la centrale di polizia più vicina. Gli impianti di allarme più diffusi sul mercato sono:

  • l'impianto con i fili: composto da una centralina collegata alla rete elettrica già esistente e da un sistema di fili che vanno collegati alla centralina tramite un cablaggio che prevede delle tracce nei muri. In questo caso, sarà necessario richiedere delle opere di muratura per il passaggio dei fili che andranno incassati nel muro. Al di là dell'incombenza dei lavori di muratura, il sistema con i fili è molto funzionale e sicuro, perché nel caso in cui un malintenzionato provasse a manomettere i fili, l'allarme scatterebbe immediatamente
  • impianto senza fili: questo impianto è caratterizzato dalla semplicità di installazione e gestione dell'allarme, in quanto funziona tramite le onde elettromagnetiche e l'alimentazione è garantita dalla batteria anche nel caso in cui mancasse la corrente in casa. Questo sistema è molto utilizzato proprio per la sua semplicità ed è inoltre facilmente smontabile

Vediamo adesso quali sono i migliori trucchi per la prevenzione dei furti domestici e come bisogna lasciare la propria casa quando si parte per lunghi periodi.

 

Trucchi per la prevenzione dei furti in casa

Una volta installato l'impianto di allarme e qualunque altro dispositivo di protezione per la casa, dovrete inoltre fare attenzione ad alcuni aspetti che potrebbero rivelarsi determinanti ai fini della vostra sicurezza domestica. La prima cosa da verificare è l'eventuale presenza di strutture o ponteggi che potrebbero agevolare il ladro ad entrare in casa. Se pensate che nonostante l'allarme le vostre finestre non siano al sicuro, dotatele di grate di ferro e di vetri antisfondamento, avendo la cura di chiuderle sempre, anche quando si è in casa. Se in casa possedete oggetti di valore, oppure documenti importanti e sensibili, abbiate cura di nasconderli in luoghi appropriati, non nei cassetti della biancheria e negli armadi, perché sono i primi posti in cui solitamente i ladri ficcano il naso. Se vi assentate per periodi lunghi, acquistate un timer che accenda almeno un luce esterna, magari a basso consumo e avvertite i vicini di ritirare la vostra posta per evitare che l'accumulo di giacenze attiri l'attenzione di qualche malintenzionato. Fate attenzione a non lasciare copie delle chiavi di casa nei vasi del giardino, oppure sotto lo zerbino, ma datele al vicino di fiducia chiedendogli di effettuare anche qualche controllo sporadico alla casa. Ricordatevi di disabilitare le eventuali prese di corrente esterne all'abitazione, in modo da non permettere ad un potenziale ladro di utilizzarle per i suoi scopi. Anche se tutto questo potrà sembrarvi esagerato, ricordatevi che le piccole accortezze possono fare la differenza. Prendere le giuste precauzioni per proteggere non è solo un modo per evitare che la propria casa sia preda dei ladri, ma soprattutto un mezzo in più per difendere la serenità della propria vita domestica.


Orchidee rare online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Condividi su Facebook:

       

Consigli per la prevenzione dei furti domestici

by giorgiaminozzi Email Condividi su Facebook:

Quando si subisce un furto nella propria abitazione, tutta l'armonia che caratterizzava la vita domestica viene stravolta, con conseguenti difficoltà a ripristinarla. Lo shock che deriva dalla violazione del proprio ambiente privato e dal furto dei propri oggetti è probabilmente l'esperienza domestica peggiore. Per evitare questi spiacevoli episodi e preservare la propria tranquillità in casa, occorre prendere delle misure di sicurezza per la propria abitazione e per i propri cari. Il progresso tecnologico ha permesso lo sviluppo di sistemi di sicurezza per la casa applicabili a tutte le tipologie di abitazioni e per ogni tipo di esigenza. Per quanto riguarda i dispositivi di protezione, oggi il mercato della sicurezza domestica offre le seguenti possibilità:

  • sistemi di allarme interni ed esterni
  • porte blindate
  • videocamere di sorveglianza e videocitofoni
  • grate di ferro alle finestre
  • doppi vetri e vetri antisfondamento

A seconda del livello di protezione che si desidera per la propria casa, si può scegliere di installare più deterrenti, ad esempio le grate di ferro alle pareti, una porta blindata e un impianto di allarme con sirena. Si può scegliere di installare anche un solo dispositivo di sicurezza, in base al budget a propria disposizione. I sistemi di allarme sono attualmente i più utilizzati, perché caratterizzati da un'elevata funzionalità e dalla possibilità di collegarli con la centrale di polizia più vicina. Gli impianti di allarme più diffusi sul mercato sono:

  • l'impianto con i fili: composto da una centralina collegata alla rete elettrica già esistente e da un sistema di fili che vanno collegati alla centralina tramite un cablaggio che prevede delle tracce nei muri. In questo caso, sarà necessario richiedere delle opere di muratura per il passaggio dei fili che andranno incassati nel muro. Al di là dell'incombenza dei lavori di muratura, il sistema con i fili è molto funzionale e sicuro, perché nel caso in cui un malintenzionato provasse a manomettere i fili, l'allarme scatterebbe immediatamente
  • impianto senza fili: questo impianto è caratterizzato dalla semplicità di installazione e gestione dell'allarme, in quanto funziona tramite le onde elettromagnetiche e l'alimentazione è garantita dalla batteria anche nel caso in cui mancasse la corrente in casa. Questo sistema è molto utilizzato proprio per la sua semplicità ed è inoltre facilmente smontabile

Vediamo adesso quali sono i migliori trucchi per la prevenzione dei furti domestici e come bisogna lasciare la propria casa quando si parte per lunghi periodi.

Trucchi per la prevenzione dei furti in casa

Una volta installato l'impianto di allarme e qualunque altro dispositivo di protezione per la casa, dovrete inoltre fare attenzione ad alcuni aspetti che potrebbero rivelarsi determinanti ai fini della vostra sicurezza domestica. La prima cosa da verificare è l'eventuale presenza di strutture o ponteggi che potrebbero agevolare il ladro ad entrare in casa. Se pensate che nonostante l'allarme le vostre finestre non siano al sicuro, dotatele di grate di ferro e di vetri antisfondamento, avendo la cura di chiuderle sempre, anche quando si è in casa. Se in casa possedete oggetti di valore, oppure documenti importanti e sensibili, abbiate cura di nasconderli in luoghi appropriati, non nei cassetti della biancheria e negli armadi, perché sono i primi posti in cui solitamente i ladri ficcano il naso. Se vi assentate per periodi lunghi, acquistate un timer che accenda almeno un luce esterna, magari a basso consumo e avvertite i vicini di ritirare la vostra posta per evitare che l'accumulo di giacenze attiri l'attenzione di qualche malintenzionato. Fate attenzione a non lasciare copie delle chiavi di casa nei vasi del giardino, oppure sotto lo zerbino, ma datele al vicino di fiducia chiedendogli di effettuare anche qualche controllo sporadico alla casa. Ricordatevi di disabilitare le eventuali prese di corrente esterne all'abitazione, in modo da non permettere ad un potenziale ladro di utilizzarle per i suoi scopi. Anche se tutto questo potrà sembrarvi esagerato, ricordatevi che le piccole accortezze possono fare la differenza. Prendere le giuste precauzioni per proteggere non è solo un modo per evitare che la propria casa sia preda dei ladri, ma soprattutto un mezzo in più per difendere la serenità della propria vita domestica.


Orchidee rare online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Condividi su Facebook:

       

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ... 19 >>